close
Share with your friends

Le tensioni geopolitiche degli ultimi anni hanno determinato un quadro normativo in continuo mutamento, con la previsione di restrizioni alla circolazione internazionale di numerosi beni e tecnologie.

In questo contesto, in ambito di prodotti Dual Use (ad esempio beni, software o tecnologie che possono trovare un utilizzo sia in campo civile che in quello militare), è sarà prossimamente pubblicato un nuovo Regolamento, già approvato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio Europeo, che ridisegnerà la disciplina di controllo unionale, estendendola a nuovi beni ed attività e imponendo l’adozione obbligatoria, in certi casi, dei Programmi Interni di Conformità (PIC).

Per essere competitivi in un mercato globale caratterizzato da un quadro normativo così complesso e in costante evoluzione occorre che gli operatori economici effettuino costanti controlli volti all’identificazione di tutti i possibili profili di rischio e delle misure idonee ad un corretto adeguamento dell’operatività aziendale agli standard di conformità imposti dalla normativa di riferimento.

Si tratta di un’attività complessa, soggetta a costante ed opportuno aggiornamento, in cui gli avvocati del team Trade & Customs dello Studio Associato – Consulenza legale e tributaria di KPMG, professionisti specializzati nel commercio internazionale e nel diritto doganale, supportano le aziende, avvalendosi del proprio know-how e di moderne tecnologie che automatizzano la diagnostica e l’organizzazione del modello di delivery, nella prospettiva di governare in sicurezza ogni profilo dell’export control.