close
Share with your friends

Nel 2020, per la pandemia di COVID-19 e le conseguenti misure per ridurne la diffusione, il panorama del settore Power & Utility è cambiato radicalmente.

La domanda di energia, che a fine 2020 ha visto un calo intorno al 2% a livello globale, ha subito uno spostamento dal settore industriale/commerciale al settore privato, soprattutto durante la prima fase di lockdown.

Le difficoltà causate dal coronavirus non hanno tuttavia rallentato il processo di transizione verso fonti di energia più pulita e sostenibile in tutto il mondo. Proprio la transizione energetica, insieme alla necessità di mettere sempre più al centro il consumatore, rappresenta una delle sfide per le imprese Power & Utility nella ‘nuova normalità’.

I trend emergono dallo studio ‘Powering the future’ di KPMG, che analizza il mercato energetico in USA, Unione Europea, Regno Unito, Brasile, India e Giappone e offre una lettura degli scenari futuri.

Power & Utility: i 4 pilastri su cui costruire il futuro

1. Investire sulla customer experience

I consumatori in tutto il mondo si sono abituati ad un tipo di comunicazione real-time, immediato e sempre disponibile, ad avere un servizio online conveniente e ad essere coinvolti in esperienze costruite sulle loro esigenze. La stessa aspettativa oggi è rivolta nei confronti degli operatori del settore Power & Utility.

In un anno così complesso, le aziende nel mercato energetico sono riuscite a mantenere un alto livello di assistenza, dimostrando flessibilità nella fornitura del servizio, utilizzando i dati per supportare i clienti e rafforzando il processo comunicativo tra le parti. Il tutto investendo anche nella sostenibilità e nella transizione energetica. Ci si attende che il processo di miglioramento della customer experience continui anche nel 2021.

2. Rafforzare il lato commerciale

Le diverse fasi di lockdown in tutto il mondo hanno portato ad un calo della domanda di energia da parte delle imprese, sia quelle costrette a chiudere, sia quelle che hanno fatto ricorso allo smart working e al remote working.

Il settore Power & Utility dovrà supportare le imprese nel periodo di ripresa, modulando i propri servizi e adattandosi in modo elastico alle richieste, collaborando ad iniziative che sviluppino e promuovano l’utilizzo di energia green.

3. Contribuire alla ripresa economica

A livello globale, il settore Power & Utility è chiamato a svolgere un ruolo centrale nella ripresa post COVID-19. La collaborazione con le istituzioni, i regolatori, la politica e il tessuto economico sarà fondamentale nel 2021 per raggiungere gli obiettivi che tengano conto degli interessi di tutti.

Per il servizio offerto, trasversale e a contatto con tutto il mondo del business, le aziende operanti nel mercato energetico avranno il compito importante di mediare tra le parti.

4. Puntare sulla trasformazione digitale

La ripresa economica offre molte opportunità per costruire un business più agile e sfruttare la tecnologia per riportare le persone al centro.

La digital transformation può consentire alle imprese del Power & Utility di ottenere gli investimenti che arriveranno dalle istituzioni e raccogliere e analizzare un numero crescente di dati per offrire un servizio sempre più su misura, migliorando la customer experience dei clienti.