close
Share with your friends

L’avvio ufficiale della KPMG Chair in Accounting rappresenta per la nostra firm un momento particolarmente importante e direi davvero ‘storico’, perché l’accounting è il fondamento della nostra identità professionale ed è trasversale a tutte le nostre competenze. 

Tra i tanti significati della Cattedra ne vorrei evidenziare tre che trovo particolarmente rilevanti.

Intanto, come primo elemento, la Cattedra rafforza la special relationship che abbiamo da sempre con l’Università Bocconi, da cui proviene una parte significativa dei neolaureati che ogni anno entrano a far parte della nostra organizzazione nei diversi ambiti professionali: Audit, Advisory e Tax & Legal.

Come KPMG, ogni anno inseriamo nel nostro network circa 800 neolaureati. Anche in questo periodo duro con la pandemia, abbiamo continuato ad assumere e continueremo a farlo anche nei prossimi mesi. I ragazzi che ci inviano il cv provengono da tutte le università italiane, ma solo negli ultimi 10 anni abbiamo inserito nel nostro Network circa 700 laureati Bocconi e ad altri 700 abbiamo offerto degli stage curriculari. Questo per dare un’idea fattuale del perché questo legame è così forte.

Al centro del nostro business ci sono le persone, quindi la valorizzazione del capitale umano è un fattore chiave per la qualità dei nostri servizi professionali.

Con l’Università Bocconi esiste un percorso condiviso di cui siamo entrambi parte. I ragazzi entrano in Università e si laureano; poi vengono da noi, spesso completano il loro percorso formativo mettendo in pratica la formazione accademica che hanno ricevuto e magari entrano in azienda o nel mondo della finanza.

In questa prospettiva, direi che c’è un’affinità culturale molto forte. È come se ci fosse un ideale passaggio di testimone tra la Bocconi e noi di KPMG nell’accompagnare i giovani verso la loro realizzazione professionale. 

Così come voi, anche noi sentiamo forte la responsabilità del nostro ruolo formativo, non solo sotto il profilo tecnico professionale ma anche e direi soprattutto sotto l’aspetto valoriale. Cerchiamo di dare un imprinting etico ai giovani che entrano in KPMG, con la speranza che rimanga parte del loro bagaglio per il resto della loro vita professionale.

Un secondo aspetto che vorrei evidenziare è che l’inaugurazione di una cattedra intestata a KPMG ‘for life’ in una delle più prestigiose business school al mondo rappresenta un motivo di orgoglio per la nostra firm, nella convinzione che la contaminazione con l’eccellenza accademica possa alimentare la nostra tensione verso la qualità dei servizi professionali che poi potremo trasmettere ai nostri clienti e al mercato in termini di qualità del servizio.

La Cattedra dovrebbe anche aiutarci a formare una nuova generazione di professionisti e manager della finanza sempre più preparati, in grado soprattutto di cogliere tutte le interdipendenze tra l’accounting, la governance ed i modelli gestionali più evoluti. 

Infine, un terzo punto che vorrei sottolineare è la nostra ambizione di riportare l’accounting al centro del dibattito economico, in una fase in cui questa materia sta vivendo una forte evoluzione.

Stanno cambiando i fabbisogni di investitori e stakeholders, sotto la spinta di temi come la sostenibilità e il digitale. L’idea è quella di promuovere, insieme al team della Prof.ssa Prencipe, un’intensa attività di studio, fertilizzando le nostre esperienze ‘sul campo’ con le più avanzate metodologie di ricerca accademica per far capire gli effetti dell’accounting sull’economia reale.

Questo nella convinzione che oggi l’accounting sia veramente un elemento determinante per orientare sia le scelte degli investitori e le strategie delle aziende.

Dall’equilibrio dinamico che si viene a creare tra le politiche di bilancio delle aziende e le scelte di investimento, dipende il corretto funzionamento dei mercati.  Qualche esempio per far capire meglio. In base alla reazione degli investitori, i manager delle aziende decidono con quale mix orientare i loro investimenti tra asset tangibili o intangibili. Oppure, sempre in base alla reazione dei mercati decideranno le loro strategie ESG, che sono ormai parte integrante del business model.

Da queste decisioni e dalla percezione che ne avranno gli investitori, dipenderà poi il valore di mercato delle aziende, che è una componente essenziale della creazione di valore.  È in questo senso che si può parlare veramente di ‘real effects of accounting’.

Quindi, per concludere, crediamo che l’accounting sia una componente rilevante dei grandi processi di trasformazione economica che si avranno nei prossimi anni. Si tratta di una materia in continua evoluzione così come i fabbisogni informativi degli investitori.

Con questa iniziativa pensiamo di poter dare un contributo a tutti gli stakeholders (regulators, professionisti, aziende, media) per riportare un clima di sempre maggiore fiducia sui mercati e per accompagnare l’evoluzione dell’accounting come linguaggio di riferimento per far dialogare aziende, investitori e la società nel suo complesso. 

Rivivi la Lectio Inauguralis

Clicca qui per rivedere l'evento di inaugurazione della Cattedra KPMG.