close
Share with your friends

La profonda crisi causata dal COVID-19 ha avuto un forte impatto sui consumatori a livello globale, portandoli progressivamente a sviluppare nuove esigenze, preferenze e comportamenti nelle scelte di acquisto che sembrano destinati a permanere nel tempo. Le imprese devono essere pronte a rispondere in poco tempo alle sfide e ai radicali cambiamenti in atto, ridefinendo business e modelli operativi per offrire nuove esperienze di valore, uniche e significative.

Questo executive summary è il primo di una serie che verrà pubblicata nel corso dei prossimi mesi. Il report esamina l'evoluzione dei comportamenti dei consumatori in 12 paesi (Australia, Brasile, Canada, Cina, sia entroterra sia Hong Kong, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Spagna, Stati Uniti), attraverso l’analisi di dati raccolti tra maggio e giugno intervistando oltre 20.000 consumatori e studiando le loro interazioni con le aziende che operano nei settori retail, bancario e assicurativo.

Un focus specifico sull’Italia, uno dei primi paesi colpiti dall’emergenza coronavirus, mette in luce la nascita di una nuova serie di valori che stanno portando i clienti alla rivalutazione delle priorità di acquisto e delle scelte dei brand con cui rapportarsi. I consumatori vogliono prezzi bassi e un servizio di qualità, ma sempre più cercano di relazionarsi con quelle aziende capaci di garantire sicurezza e facilità nell’acquisto.

‘New Reality’: i principali nuovi trend in ambito consumer

Il report mostra una serie di evidenze che stanno trasformando il consumatore e determineranno il rapporto tra persone e brand:

  • emerge un nuovo consumatore economicamente limitato e più prudente negli acquisti;
  • in questo momento di forte incertezza è fondamentale per le imprese conquistare la fiducia dei consumatori attraverso azioni concrete supportate da una comunicazione chiara e trasparente;
  • i consumatori cercano un’esperienza che semplifichi il processo d’acquisto, per questo si stanno rivolgendo sempre di più verso i canali digitali.  

Nelle prossime settimane saranno pubblicati ulteriori aggiornamenti per monitorare l’evoluzione dei comportamenti dei consumatori nel tempo, in Italia e negli altri paesi considerati.