La cyber security per aumentare la fiducia - KPMG | IT
close
Share with your friends

L’importanza della cyber security per aumentare la fiducia tra aziende e clienti

La cyber security per aumentare la fiducia

I consumatori di oggi sono più consapevoli e chiedono alle aziende maggiori tutele in tema di sicurezza informatica.

1000

Partner, KPMG Advisory

KPMG in Italy

Contatti

Altri contenuti

cyber security

L'importanza della fiducia nel rapporto tra aziende e clienti

Oggi i consumatori sono diventati più consapevoli riguardo al valore dei dati e ai relativi rischi informatici. La fiducia rappresenta un elemento fondamentale per costruire un solido rapporto tra aziende e clienti e, in un mondo sempre più digitale, la Customer Experience offerta al cliente è strettamente collegata alla percezione di sicurezza informatica. Le aziende devono essere in grado di soddisfare le aspettative dei consumatori in termini di cyber security per ridisegnare la relazione con i propri clienti, mettendo la fiducia al centro.

Come emerge dallo studio KPMG ‘CEO Outlook Survey 2018’, nella maggior parte delle aziende i progetti di Digital Transformation sono coordinati direttamente dai Chief Executive Officer e non dalla funzione IT. I business leader e gli amministratori delegati di tutti i settori sono impegnati in prima linea per promuovere la trasformazione digitale all’interno dell’azienda e il 72% dei CEO si dichiara pronto a guidare la trasformazione digitale.

Le aziende che vogliono essere leader devono integrare i temi di sicurezza informatica in tutti i progetti di Digital Transformation per generare fiducia nei consumatori e garantire la crescita del business.

L’indagine KPMG ‘Consumer Loss Barometer’ è basata su due survey, realizzate coinvolgendo più di 1.800 CISO (Chief Information Security Officer) e più di 2.000 consumatori in 24 diversi paesi e 12 settori, per comprendere quali sono le principali strategie di business delle aziende in tema di sicurezza informatica e quali sono le aspettative dei consumatori su queste tematiche. Lo scopo è quello di individuare il gap che esiste tra le richieste dei clienti in tema di cyber security e le azioni che le aziende stanno effettivamente implementando su queste tematiche.

I principali risultati per settore

  • Financial Services: quasi la metà (48%) dei consumatori ritiene che gli intermediari finanziari abbiano la piena o comune responsabilità di garantire che i dispositivi mobili utilizzati per le attività bancarie siano sicuri. Gli operatori del settore dei financial services devono dimostrare una crescente attenzione sul tema della sicurezza delle informazioni personali dei propri clienti.
  • Automotive: il 73% dei clienti intervistati ha paura che la propria auto possa essere hackerata nei prossimi cinque anni. I produttori di automobili sono ritenuti responsabili della sicurezza informatica e, dunque, della fiducia in un ecosistema complesso, in cui commercianti, fornitori di software, fornitori di hardware, provider di servizi di telecomunicazioni e consumatori hanno punti di vista diversi in base al ruolo che svolgono per la sicurezza dei veicoli.
  • Retail: il 71% dei consumatori è più preoccupato per il possibile utilizzo improprio dei propri dati personali da parte dei rivenditori piuttosto che dall’eventualità che le informazioni vengano rubate dagli hacker (68%). Questo testimonia la generalizzata mancanza di fiducia nei confronti dei brand, un tema critico che le aziende dovranno affrontare nel prossimo futuro.

 

Leggi lo studio KPMG ‘Consumer Loss Barometer. The economics of trust’.

Contattaci

 

Want to do business with KPMG?

 

Per maggiori informazioni